DOCENTI

Mario Ciaramitaro José Pedro Cortes Antonello Frongia Francesco Garutti Tommaso Gentile Kersten Geers Antonio Giusa Stefano Graziani Roberto Grossa Mario Govino William Guerrieri Guido Guidi Michele Lazzarini Armin Linke Angelo Maggi Mario Lupano Carmelo Marabello Amedeo Martegani Angela Mengoni Stefano Munarin Margherita Naim Manuel Orazi Andrea Pertoldeo Teresa Piardi Bas Princen Filippo Romano Carlo Sala Giovanna Silva Angela Vettese

Armin Linke

INSTANT PROJECT 2

Armin Linke (nato nel 1966, vive fra Milano e Berlino) fotografo e regista, combina una vasta gamma di tecnologie contemporanee di editing dell’immagine al fine di esplorare i confini fra finzione e realtà. La sua pratica artistica esplora diverse modalità di approccio agli archivi fotografici ed alle loro rispettive manifestazioni, e le interrelazioni e forze trasformative al lavoro fra funzioni urbane, architettoniche, spaziali proprie di specifici ambienti e gli esseri umani che interagiscono con gli stessi. Grazie al suo lavoro sul suo archivio fotografico personale e su archivi storici, Linke pone in questione le convenzioni della pratica fotografica, attraverso un crescente interesse per l’istallazione, la mostra e l’uso sociale della fotografia. Linke è stato Research Affiliate presso il Visual Arts Program Cambridge al MIT, guest professor presso la facoltà di Design e Arti dell’università IUAV di Venezia ed è attualmente professore presso HfG Karlsruhe. Fra le mostre più recenti si segnalano Carlo Mollino – Maniera Moderna, Haus der Kunst, Munich (2011) or The Body of the State, MAXXI, Roma. Nel 2012 ha partecipato alla 13esima Biennale di Architettura di Venezia con tre progetti e co-curato Double Bound Economies, mostra presentata a Leipzig, Ginevra, Zurigo e Berlino. Fra 2013 e 2014, Armin Linke, con la collaborazione di Territorial Agency e Anselm Franke ha concettualizzato la serie video e mostra Osservatorio Anthropocene presso l’ Haus der Kulturen der Welt Berlin. Fino all’estate 2016, la sua personale The Appearance of That Which Cannot be Seen è parte della mostra GLOBALE presso ZKM Karlsruhe.