DOCENTI

Mario Ciaramitaro José Pedro Cortes Antonello Frongia Francesco Garutti Tommaso Gentile Kersten Geers Antonio Giusa Stefano Graziani Roberto Grossa Mario Govino William Guerrieri Guido Guidi Michele Lazzarini Armin Linke Angelo Maggi Mario Lupano Carmelo Marabello Amedeo Martegani Angela Mengoni Stefano Munarin Margherita Naim Manuel Orazi Andrea Pertoldeo Teresa Piardi Bas Princen Filippo Romano Carlo Sala Giovanna Silva Angela Vettese

Mario Ciaramitaro

COMPOSIZIONE EDITORIALE

Mario Ciaramitaro (1985 Castelfranco Emilia) studia all’Università IUAV si laurea in arti visive e prosegue il percorso di studi con la magistrale in design della comunicazione. Nel 2007 co-fonda il collettivo Blauer Hase, gruppo di artisti e designer che si dedica alla sperimentazione di format culturali. Tra i diversi progetti alcuni delineano in maniera molto chiara il carattere di ricerca e di collaborazione intensa che contraddistingue il collettivo: Helicotrema, festival dell’audio registrato, e Paesaggio, una rivista che raccoglie testi composti da artisti visivi. Parallelamente alla ricerca con il collettivo Ciaramitaro ha deciso di dedicarsi alla ricerca trasversale sul rapporto tra immagini e narrazione con progetti di interventi narrativi urbani (Guwahati, India 2013) e di ricerca sui sistemi di produzione e circolazioni delle immagini della globalizzazione (Dubbing the Chinese Empire, 2012). Dal 2009 collabora come assistete alla didattica ai corsi triennali in arti visive dove ha avuto modo di collaborare con Lawrence Carroll e Luca Trevisani. Dal 2011 collabora con il Laboratorio Multimedia Magazzino 7 diretto da Roberto Grossa dove è il responsabile della formazione e del tutoraggio ai progetti legati a video, installazioni e allestimento. Ha collaborato come assistente di produzione in numerose occasioni dove la sua preparazione trasversale è stata riconosciuta come fondamentale: al progetto Migropolis di Wolfgang Scheppe, agli allestimenti e alla produzione della Newspaper Series di Lawrence Carroll, all’installazione Urbs Oblivionalis di Zancan & Pirazzoli per la Biennale Architettura 2014, all’allestimento della videoinstallazione di Antoni Muntadas presso la Biennale Cinema 2015. E’ dottorando in Scienze del Design presso l’UniversitàIUAV con un progetto di ricerca su come i dispositivi digitali, le loro interfacce e i confini tra reale a virtuale vengano a formare nuove forme di memoria personale e collettiva.